Questa mattina quando ho visto la foto del vincitore del World Press Photo 2016  e ho visto l’immagine vincente sono stato sopraffatto dalla sua bellezza.

foto WPA Screenshot 2

Si tratta di una fotografia molto forte e potente, che mette in evidenza la questione estremamente importante dei migranti e dei confini in Europa, ed è stato fotografato con superba abilità ed empatia.

Warren Richardson è un fotografo freelance australiano, attualmente con sede in Europa orientale, e ha spiegato come la foto è stata fatta:

“Sono stato accampato con i rifugiati per cinque giorni sul confine. Un gruppo di circa 200 persone è arrivato, e si sono trasferiti sotto gli alberi lungo la linea di recinzione. Hanno mandato avanti prima le donne e i bambini, poi i padri e infine gli uomini anziani. Devo essere stato con questo gruppo di migranti per circa cinque ore e abbiamo giocato al gatto e al  topo con la polizia per tutta la notte. Ero esausto per la situazione e in quel momento ho preso l’immagine. Erano circa le tre del mattino e non è stato possibile utilizzare un flash mentre la polizia stava cercando di trovare queste persone, le quali volevano solo andare via da li e proseguire il loro viaggio. Così ho dovuto usare solamente la luce della luna.

Gli aspetti tecnici della immagine vincente: lo scatto è stato effettuato con una Canon 5D MkII, utilizzato un obiettivo f1.4L 24 millimetri Canon a 6400 ISO, F1.4 con una velocità dell’otturatore di 1/5 di secondo.

Qui potete vedere l’intera collezione di vincere le immagini del 59 ° World Press Photo Contest. Sono stati selezionati da 82,951 foto fatte da 5.775 fotografi provenienti da 128 paesi diversi.
Fonte: http://www.worldpressphoto.org/